logo TODAY 24 Gela
Gela, IT
24°
Partly Cloudy
CORONAVIRUS | Storie di solidarietà

Agnese, l’«angelo custode» che cuce mascherine e le dona a chi ha bisogno «È un gesto che faccio con il cuore»


di Redazione

Agnese, l’«angelo custode» che cuce mascherine e le dona a chi ha bisogno
20 Mar 2020

A guardarli sul tavolo sembrano pezzi di stoffa senz’anima. Solo che le mani di Agnese sono mani preziose. Ha l’hobby del cucito, del ricamo. E in questi giorni di emergenza ha trasformato quei cenci in mascherine per chi lavora e ne è sprovvisto. Sono dispositivi di protezione quasi introvabili. Lei se n’è resa conto e, in pochi giorni, è diventata una sorta di angelo custode per chi lavora o è costretto a uscire di casa per accudire familiari in ospedale. Le sue mascherine sembrano uscite dalla catena di montaggio. Perfette. Ne ha cucite oltre cento in appena tre giorni. E le ha donate gratuitamente a chi ne aveva bisogno. Macellai, cassiere, infermieri, medici che ne sono a corto. Merce rara le mascherine. Agnese non ci ha pensato su più di tanto e si è subito rimboccata le maniche.

Era in pena per il marito, che di mestiere fa il fruttivendolo. E di mascherine in zona non se ne trovano da giorni. Parliamo di Vallelunga Pratameno, il paese di Agnese, e di Villalba, il comune “gemello” in cui il marito gestisce la rivendita.

«Ero preoccupata – racconta – così mi sono messa alla ricerca di stoffe ed elastico per realizzarne una per mio marito».

Solo che le sue mani d’oro hanno fatto un prototipo troppo ben riuscito per… passare inosservato. Qualcuno ha iniziato a chiederle di farne altre. Perché ce n’è estremo bisogno in queste settimane difficili.

«Così ho chiesto aiuto – dice – è partito un tam tam, grazie anche agli amici della pagina Facebook Torre Civica Vallelunga. In poche ore mi hanno fatto avere elastici e altre stoffe necessarie a realizzare le mascherine. Così sono partita».

Mentre è al telefono con Today24 un ragazzo gliene chiede una. È un lavoratore, uno dei tanti. Corriere di una ditta che distribuisce saponi e prodotti per negozi. Deve girare con il mezzo ma di mascherine non ne ha. E allora l’Angelo di Vallelunga gliene ha fatta una.

«Poter dare una mano – racconta – aiutare le persone in un momento tanto difficile, mi dà la forza di andare avanti».

Ci racconta di una madre e del suo figlioletto in tenera età, costretto in questi giorni a stare in ospedale. I medici non l’avrebbero fatta accedere senza mascherina. E allora… “Pronto, Agnese?”

«Non la conoscevo – dice – ma sono stata ben felice di darle una delle mie mascherine protettive».

Le realizza con un doppio strato, in stoffa, il che già garantirebbe una buona protezione. Ma a chi è troppo esposto al rischio contagio consiglia di inserire un “filtrante”, anche della comune carta da forno, nell’intercapedine tra i due lembi. Ecco che così le sue mascherine diventano ancora più toste.

Arrangiarsi del resto è la “consegna” di queste settimane tremende. E lei si arrangia. E aiuta. A proposito di consegne… il marito ha capito il valore di questo piccolo grande gesto e si offre di portare qualche mascherina a chi è impegnato o lavora in bottega e non può lasciare.

E Agnese taglia, imbastisce, fa scorrere veloce la sua macchia da cucito sulle stoffe. Non si ferma. Anzi, fa proselitismo.

«Cerco – dice – di aiutare chi come me ha dimestichezza con ago e filo. Grazie ad alcune immagini inviate e a consigli telefonici sono riuscita a spiegare anche ad altre signore come realizzarle a casa. Sono tempi difficili, in cui dobbiamo aiutarci l’un l’altro».

Già, brutto momento per tutti. E trovarci al fianco un «angelo custode» non dispiace.

Un angelo, come Agnese Plicato.


Redazione
Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.