logo TODAY 24 Gela

Avvicinare i giovani alla politica


di Marco Blanco

Avvicinare i giovani alla politica
opinioni
2 Ago 2021

Spesso mi chiedo se realmente i giovani di oggi sono lontani dalla politica o, se è la politica ad essere lontana da loro. Ho fatto qualche ricerca e analizzando alcuni dati statistici, dati provenienti da fonti come l’ISTAT, ho notato che c’è una mancanza di partecipazione nei confronti di temi politici. Ovvero, ragazzi di età tra i 14 e i 18 anni
quasi il 50% e invece per i giovani tra i 18 e i 34 anni questa mancanza di partecipazione è al 30%.La maggior parte dei giovani che partecipano, la loro partecipazione è indiretta e invece solo circa l’8% è coinvolto attivamente. Quindi, a questo punto è facile dedurre un disimpegno politico giovanile a livello nazionale e di conseguenza anche la sfiducia
ormai dei giovani verso le istituzioni politiche. Questi sono dei dati da non sottovalutare perché io credo che proprio oggi, in questi tempi è di grande importanza avere dei giovani che partecipano alla politica attiva. La politica è un argomento che riguarda noi, noi cittadini, che siano giovani o meno giovani, quindi in teoria dovrebbe interessare a tutti noi. La politica parla di noi e per noi, parla del nostro futuro, decide per noi ecc.Io ritengo più che importante, opportuno la presenza di giovani all’interno del dibattito pubblico e politico. Il futuro siamo proprio noi giovani e quindi perché non iniziare ora, da giovani ad essere partecipe a tutto questo anziché stare dietro le quinte magari a
lamentarci di quello che fanno e non fanno e soprattutto di quello che decidono e non. Ovviamente bisognerebbe coinvolgere maggiormente i giovani e far sì che loro si sentano e siano attori di questo. Perchè una delle
principali ragioni è proprio la mancanza di proposte per le nuove generazioni nel dibattito pubblico. È importante non solo sensibilizzare i giovani al dibattito pubblico e politico, ma anche incoraggiarli a prendervi parte. Forse i giovani hanno più voglia ad avvicinarsi a movimenti apartitici che a movimenti partitici, senza però rendersene conto che ci vogliono anche i partiti per influenzare il dibattito pubblico e politico di ogni paese. Che poi, ad essere sincero, io reputo che essere giovani all’interno di un partito sia una situazione interessante, perché quando sei giovane ed entri in un partito e quindi nelle logiche in cui persone sono state da decenni, è giusto che tu impari con calma, che tu abbia dei mentori e che tu faccia ovviamente un po’ di gavetta. Il messaggio che voglio mandare soprattutto ai ragazzi è
proprio quello di riflettere su quanto detto. Magari iniziare a fare qualche passo avanti, senza pregiudizi , cercare di influenzare l’opinione pubblica ed essere più partecipe ai dibattiti (pubblici-politici). Iniziare assieme a creare una classe politica giovanile, o comunque avere giovani che ci rappresentano, che siano all’interno del comune stesso o altrove. Rifletteteci molto. Abbiamo bisogno di gioventù in politica e che la politica sia più giovane.

Leggi le nostre Opinioni

Marco Blanco
Coordinatore cittadino di Gioventù Nazionale Niscemi