logo TODAY 24 Gela
Gela, IT
24°
Clear
CANDIDATI | Si chiude

Gela: si allarga il tavolo che sostiene Scerra. Speziale in corsa con Pd e civiche al seguito


di Redazione

Gela: si allarga il tavolo che sostiene Scerra. Speziale in corsa con Pd e civiche al seguito
attualità
8 Apr 2024

«Alla città serve un sindaco che sia espressione delle forze di opposizione che più di altre oggi in competizione con alleanza arruffate e trasversali abbia invece coerenza e sempre si è espressa con chiarezza, denunciando l’incapacità amministrativa dell’attuale amministrazione Greco. A Gela serve un sindaco che, nella sua autonomia, sappia scegliere una squadra assessoriale di esperienza, capace, disponibe a dedicare tutto il tempo ai problemi della comunità. Il claim dev’essere “progetti per creare lavoro e occupazione”, nel settore turistico, agricolo e per un’industria ecocompatibile. Dare opportunità ai giovani e meno giovani di rimanere a Gela e qui creare un futuro. Portare a casa coloro che sono già andati via. Il tavolo politico ha un sogno: portare la città al centro attività di culturali, artistiche, artigianali, folkloristiche, che valorizzano la nostra storia e le nostre tradizioni locali e siciliani convinti che queste attività costruiscano sviluppo ed occupazione». È un po’ il manifesto politico dell’alleanza, ancora work in progress, che candida Salvatore Scerra, leader del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia, alla carica di sindaco. Il tavolo, che proverà ad aggregare forze di centro, liberali e movimenti civici, è stato indetto dall’onorevole Pino Federico. Una coalizione che si rivolge al centrodestra ma non disdegna accordi programmatici con altre forze per un orizzonte politico più allargato. Hanno già aderito al tavolo il presidente del consiglio comunale, Salvatore Sammito, il consigliere comunale Gabriele Pellegrino, quasi 1.700 preferenze in due alle ultime amministrative, il segretario del Pli Grazio Trufolo, componente della direzione nazionale, a suo tempo eletto con oltre 1.400 preferenze, il consigliere e candidato in pectore Scerra, che avrebbe sciolto la riserva decidendo di candidarsi alla carica di sindaco, 820 preferenze alle ultime amministrative e lo stesso Pino Federico, 3.110 preferenze alle ultime regionali, in un collegio che ha visto Gela pagare lacrime e sangue per via di una frammentazione senza precedenti con ben 9 candidati locali in corsa.

La politica non è certo aritmetica ma i numeri di questa nascente alleanza sono considerevoli.

«Non è un’addizione – afferma Trufolo, uno dei promotori del tavolo – lavoriamo soprattutto sulla capacità delle persone. Sui valori. In questi giorni cresce l’entusiasmo, tanti tra medici, ingegneri, professionisti, giovani, tante donne, si stanno avvicinando e vedono in questo progetto la possibilità di un cambiamento. Serve un segnale forte di discontinuità con l’attuale amministrazione comunale. Non i soliti pastrocchi o tentativi di riposizionamento. Per questo sosteniamo convintamente il consigliere Scerra nella corsa per la sindacatura».

C’è una certa vivacità anche attorno alla possibile discesa in campo dell’onorevole Lillo Speziale, appoggiato dal suo partito, il Pd, i renziani di Italia Viva e una possibile seconda o terza lista civica. Non sembra affatto tramontata neanche la candidature del socialista Piero Lo Nigro, già presidente regionale degli agronomi ed ex direttore generale della Provincia.

In Fratelli d’Italia, al di là delle scelte di Scerra, sembrano orientati a confermare la candidatura del capogruppo consiliare, Vincenzo Casciana, con l’appoggio di Forza Italia, Lega e Moderati.

In corsa, secondo le ultime conferme, rimane l’attuale inquilino del palazzo di città, Lucio Greco, forte del proprio simbolo Avanti Gela al quale potrebbe unirsi l’Mpa, che riflette tra un appoggio al sindaco uscente, schierare il coordinatore provinciale Rosario Caci o federarsi con una delle nascenti alleanze di centrodestra.

Sullo sfondo rimane la candidatura di Grazia Rita Cosentino, proposta dalla segreteria cittadina della Nuova Dc.

Già in piena campagna elettorale sono invece l’ex vicesindaco, Terenziano Di Stefano, sostenuto da M5S, Sud Chiama Nord, Partito Comunista, Una Buona Idea e Civico Lab; l’onorevole Miguel Donegani, espressione del Pd, ma in corsa con il proprio simbolo PeR (progressisti e riformisti); Filippo Franzone, sostenuto da una lista civica d’espressione moderata.


Redazione
Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.