logo TODAY 24 Gela
Gela, IT
16°
Mostly Cloudy

Gela: buono spesa, subito un aiuto alle famiglie più in difficoltà, al via le domande. Disponibili 673 mila euro


di Redazione

Gela: buono spesa, subito un aiuto alle famiglie più in difficoltà, al via le domande. Disponibili 673 mila euro
le ultime
2 Apr 2020

La macchina della solidarietà scorre abbastanza velocemente. Il Comune si appresta a cartolarizzare centinaia di aiuti diretti alle famiglie disagiate, sotto forma di buoni spesa, diretti soprattutto ai cosiddetti «invisibili», persone che vivono nel disagio e sfuggono anche alla rete di sostegno prevista dallo Stato: reddito di cittadinanza, cassa integrazione e altri ammortizzatori sociali. Da domani sarà possibile chiedere il buono che potrà essere speso in supermercati, farmacie, sanitarie e altri punti vendita di generi di prima necessità per l’acquisto di pane, pasta, latte, carne, prodotti per l’infanzia ecc. Esclusi alcolici, tabacchi e altri beni non indispensabili.

Due le fasce di soggetti che vi possono accedere.

Nella prima, cosiddetta fascia A, rientra chi non percepisce alcun tipo di sostegno: bonus, reddito di cittadinanza.

In questi casi è previsto un buono spesa di 150 euro per nuclei familiari composti da una sola persona, 200 euro per famiglie con due persone, 300 euro (tre componenti), 350 (cinque componenti). Inoltre, per ogni minore presente nel nucleo (da zero a tre anni) verranno erogati 100 euro in più.

In seconda fascia, cosiddetta B, rientra chi pur percependo reddito di cittadinanza o altro vive comunque in condizioni di disagio.

Previsto, in questo caso, un buono spesa di 50 euro per nuclei familiari composti da una sola persona,1200 euro per famiglie con due persone, 200 euro (tre componenti), 250 (cinque componenti). Inoltre, per ogni minore presente nel nucleo (da zero a tre anni), verranno erogati 50 euro in più.

Possono accedere al buono spesa i soggetti con Isee inferiore a 6 mila euro o chi in assenza di comprovata fonte di sostentamento produrrà autocertificazione. Il patrimonio mobiliare è esteso fino a 10 mila euro (chi ha quindi solo la prima casa, nella maggior parte dei casi sarà ammesso).

Domande da domani fino al 28 aprile solo in via telematica all’indirizzo: servizisociali@comune.gela.cl.it oppure servizi sociali@per.comune.gela.cl.it

Il sindaco ha lanciato un appello: evitare di recarsi al comune, gli uffici sono chiusi. È possibile inoltrare istanza solo attraverso la posta elettronica. Chi non avesse computer o altri mezzi di accesso dovrà recarsi nei patronati, ove possibile, o contattare le associazioni di volontariato, Croce Rossa, o la Protezione Civile.

«Aiutiamoci a vicenda – dice il sindaco, Lucio Greco – chiedete a figli, nipoti, di aiutarvi a presentare la domanda. La procedura è semplice».

Tutta la modulistica e le informazioni saranno disponibili sul sito del Municipio.

L’assessore alla Solidarietà, Nadia Gnoffo, ha spiegato che i buoni verranno erogati celermente, al termine di una breve istruttoria.

«La regione – spiega Gnoffo – ci ha permesso di avere maggiore liquidità per affrontare l’emergenza, anticipando il fondo di solidarietà». Le risorse disponibili ammontano a 673 mila euro.

Greco ha annunciato controlli per evitare che qualche furbetto possa approfittare e sottrarre risorse a chi ne ha veramente bisogno.

Inoltre il comune ha messo a disposizione un Iban per consentire a chi può di donare somme per i bisognosi. «Io e gli assessori – dice – per primi e in punta di piedi, abbiamo deciso di destinare parte della nostra indennità di carica».

Ecco l’Iba: IT80E0200883330000105890562


Redazione
Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.