logo TODAY 24 Gela
IN HOUSE | Servizi ambientali

Gela: gestione diretta del servizio di igiene ambientale, il sindaco chiede parere giuridico di fattibilità


di Redazione

Gela: gestione diretta del servizio di igiene ambientale, il sindaco chiede parere giuridico di fattibilità
attualità
13 Feb 2021

Il futuro del servizio di raccolta differenziata in città è stato al centro dell’incontro che ieri pomeriggio il Sindaco Lucio Greco ha avuto con assessori e capigruppo consiliari, con il presidente del consiglio comunale Totò Sammito, la dirigente del settore Ambiente, Grazia Cosentino, e i sindacati. Si è trattato di un primo momento di confronto alla luce della possibilità, paventata dal presidente della SRR a tutti i sindaci dei comuni che ne fanno parte, di gestire in house per sette anni il servizio dei rifiuti, piuttosto che continuare con proroghe e gare che vanno deserte. Il Sindaco ha fatto presente di aver richiesto una relazione giuridico – normativa e tecnica sulla fattibilità di una tale gestione, relazione che è arrivata nelle ultime ore e che conferma la fattibilità dell’iter. “Premesso il totale rispetto dei contratti collettivi, prima di prendere qualunque decisione – ha detto – desidero confrontarmi con tutti, perchè si tratta di un servizio fondamentale per la città che da anni lascia molto a desiderare”.
La dirigente Cosentino ha spiegato come, negli ultimi mesi, si sia lavorato sia alla gara ponte che a quella settennale, di concerto con i vari sindaci della SRR, tutti accomunati dal grave problema di un servizio insufficiente. Per questo motivo, in vista della gara settennale, le richieste più importanti avanzate riguardano le isole ecologiche e i CCR. Il problema dei costi, e l’esigenza di avere tra le mani un business plan, è stato il punto maggiormente evidenziato da tutti i presenti, insieme al controllo della qualità del servizio (che sarebbe più facile da garantire in house) e alla tutela dei posti di lavoro. A tal proposito, la dirigente Cosentino ha garantito il mantenimento dei posti di lavoro e, passando poi a parlare di costi, ha spiegato che un affidamento in house comporterebbe notevoli risparmi per l’Ente.
Il presidente del consiglio comunale, Totò Sammito, si è soffermato sui costi generati dai servizi aggiuntivi, che hanno creato un debito di oltre 10 milioni. “Questa amministrazione, seppur tra mille difficoltà, – ha detto – li ha evitati, ed è un grande passo in avanti, ma il servizio non ha ancora dato dignità alla città, molte sono le zone poco pulite e trascurate. Pertanto, se la società in house può portarci un servizio migliore senza aggravio di costi, è una occasione da non perdere”.
Massima apertura da parte di tutti, dunque, verso l’ipotesi di una gestione pubblica del servizio, a patto che non si riveli un salto nel buio ma un modo per ottenere un management qualificato, in grado di garantire un’ottima organizzazione del lavoro e di saper investire in maniera adeguata. “La gestione del servizio e quella degli impianti si devono muovere nella stessa direzione in modo trasparente – ha concluso il Primo Cittadino – senza tralasciare la premialità per i cittadini più virtuosi che fanno bene la differenziata e meritano per questo degli sgravi fiscali”.


Redazione
Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.