logo TODAY 24 Gela
Gela, IT
16°
Mostly Cloudy
LIBRI | Racccolta

Gela, racconti e poesie tra sogno e sentimenti, passioni e ricordi di gioventù Armando Irti pubblica «Sospeso»


di Redazione

Gela, racconti e poesie tra sogno e sentimenti, passioni e ricordi di gioventù Armando Irti pubblica «Sospeso»
attualità
31 Mag 2020

«Tra le tue braccia di donna acerba mi addormentavo mentre mi dondolavi e andavo nel mio mondo migliore. Un mondo fatto di niente di giostre, di nuvole di allegria. Sospeso in un tempo che non c’era». Sospeso… appunto, come il titolo dell’ultima raccolta di Armando Emanuele Irti, poeta e scrittore gelese. Sposato, padre di tre figli, 56 anni, impiego in un ospedale privato, ha tra i suoi hobby la pallacanestro e le Tlc, con particolare riguardo alla tecnologia Tv satellitare. E ama i libri. Che legge, soprattutto quelli di avventura. E scrive.

Perché sospeso?

«È un assioma che mi accompagna, che ci accompagna. Mi verrebbe da chiedere chi durante il giorno non vive per un minuto, un’ora o un lungo istante in un mondo parallelo e diverso? Potrei definirmi sognatore, ma la parola sospeso credo rappresenti meglio quello stato d’animo, quella condizione in cui, ognuno di noi, trova rifugio nel proprio mondo di pensieri. A me accade spesso. E là trovo lo spunto per le mie storie».

Novantotto capitoli / titoli, 288 pagine, finito di stampare ai primi di maggio presso la tipografia Gulizzi di Gela, è nelle librerie al prezzo di 15 euro.

Racconti brevi, riflessioni personali e poesie. L’autore ne consiglia la lettura a piccoli bocconi, per apprezzare al meglio i concetti e i personaggi. Storie di uomini e donne, pensieri elegantemente trascritti, ma anche un pizzico di ironia; come quando si cimenta nel gioco di attribuire nomi ai suoi personaggi tra il siciliano e il giapponese, come il fattorino Sciddi Cau.

«Scrivo – dice di sé – per bisogno, perché sento di dover comunicare. E questo periodo di quarantena, che ci ha costretti a rimanere a casa, mi ha aiutato a completare tanti lavori».

Irti cura tutto, dai testi all’impaginazione, impreziosita in questo caso da numerose stampe che accompagnano alcuni dei suoi 98 scritti.

«Ora ritorno a quei ricordi – scrive ne Lo Scoglio, riflessione su momenti di gioventù – che si rinnovano come se fossero oggi, perché la giovinezza la si vive come un’avventura così grande da non essere cancellabile».

E ancora: «La sabbia va con il vento, come ali senza corpo, liberi di fluttuare. Si spegne l’ardore del giorno lasciando un silenzio nostalgico», compone nella poesia breve dal titolo Il Vento.

L’amore, il coraggio, la paura, l’amicizia. Sentimenti che l’autore usa parlando di se stesso e dei tanti compagni di vita, senza disdegnare tanti sbalzi al di qua dell’arco temporale, del suo passato e delle esperienze personali. Incline anche a varcare la dimensione del fantastico.

Piccole storie che meritano di essere lette un po’ alla volta, come suggerisce egli stesso. Tenendo il libro a portata di mano, vicino alla poltrona. Quando il crepuscolo del giorno si avvicina e l’anima è forse più pronta ad assimilare parole vere e vissute come quelle di Armando Emanuele Irti.

«E immobile lo sento, come una impercettibile carezza, come un soffio leggero. È il saluto del sonno, che lascia occhi dormienti. Va via da quel battito di palpebra che apre il mondo delle illusioni. E bacia la mia guancia».


Redazione
Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.