AUTOSTRADA | Incidenti

Il caos corre lungo i viadotti dell’A19, Pagano accusa il Governo e Anas «Abbiamo strade da quarto mondo»


di Redazione

Il caos corre lungo i viadotti dell’A19, Pagano accusa il Governo e Anas
politica
17 Gen 2020

«Il caos per la chiusura dell’autostrada Palermo – Catania sta provocando danni ingenti alle imprese di autotrasporto. Il governo non si volti dall’altra parte: batta un colpo e provveda ai dovuti risarcimenti». Lo dice il deputato Alessandro Pagano, vicecapogruppo della Lega alla Camera. «Tir – dice il parlamentare – obbligati a imboccare strade statali alternative; ingenti costi supplementari di tempo e di danni ed usura dei mezzi; disagi a non finire e, non ultimi, rischi evidenti per la sicurezza. Le strade alternative che gli automezzi sono costretti ad imboccare sulla deviazione Resuttano – Santa Caterina, a causa di questa interruzione sono viuzze da quarto mondo. È già un miracolo che non ci siano state vittime, ma ciò grazie solo alla straordinaria bravura e abnegazione degli autotrasportatori».

Alessandro Pagano

«Questa situazione – prosegue Pagano – è mortificante per tutta la Sicilia. Tutti percepiamo l’abbandono scientifico verso la nostra Isola. È ora che tutte le istituzioni, non solo il Governo nazionale ai suoi massimi livelli di ministro e vice ministro del Mit, ma anche l’Anas, si assumano le loro responsabilità e mettano in campo soluzioni concrete e tempestive che non possono essere le solite stradine dei giorni scorsi, magari a mala pena riaggiustate da qualche spruzzo di asfalto».

Una carreggiata del viadotto Cannatello sull’autostrada A19 è a rischio crollo e dal pomeriggio del 20 dicembre non è più percorribile da mezzi pesanti più di 3,5 tonnellate.

Un’ordinanza dell’Anas ha imposto l’uscita obbligatoria di tutti i veicoli provenienti da Palermo in direzione Catania allo svincolo Resuttano dove i mezzi vengono poi reindirizzati a seconda del loro peso e carico inviando quelli al di sopra delle 3,5 tonnellate lungo un itinerario alternativo.

Anas suggerisce comunque ai mezzi pesanti di non arrivare fino a Resuttano all’uscita obbligatoria e invita ad usare un ulteriore percorso, che prevede l’uscita allo svincolo di Tremonzelli e, dopo avere percorso le strade statali 120 e 117, il rientro in autostrada allo svincolo di Enna.

Disagi e incidenti. L’ultimo in ordine di tempo un paio di giorni fa. Un Tir finito fuori strada con traffico in tilt e code di sette chilometri all’altezza di Petralia Sottana, subito dopo Resuttano.


Redazione
Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione e il sito stesso. Premendo il tasto “Accetta” o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web, accetterai l’utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi