logo TODAY 24 Gela
Gela
19¬į
Mostly Cloudy
POLITICA | Tracking App

“Immuni”, Pd e Fi spingono per un confronto in Parlamento. Lega: utile ma ma servono garanzie


di Redazione

“Immuni”, Pd e Fi spingono per un confronto in Parlamento. Lega: utile ma ma servono garanzie
people
20 Apr 2020

L’app per il tracciamento del contagio si sta lasciando dietro diverse polemiche. E una verifica da parte del parlamento appare quantomai urgente. Dalla maggioranza all’opposizione diverse sono le posizioni in campo, come rivela l’agenzia di stampa Ansa (www.ansa.it).

“√ą importante che si stia procedendo con la scelta del contact tracing come parte della strategia per condurre in sicurezza la ‘fase due’. Ma un terreno tanto delicato, che riguarda i diritti e le libert√† costituzionali delle persone,¬†non pu√≤ essere affrontato esclusivamente con lo strumento dell’ordinanza commissariale”, afferma il capogruppo Pd alla Camera¬†Graziano Delrio.¬†

“Si deve procedere in fretta – spiega Delrio – e confrontarsi col governo ma come in altri paesi e tenendo conto delle indicazioni del Garante della Privacy, sulla sicurezza dei dati sensibili delle persone tracciate dall’app √® necessario che la materia venga esaminata dalle Camere, come gi√† richiesto dalla Commissione Trasporti di Montecitorio, nell’auspicio di giungere a una norma condivisa. Vanno assicurati la propriet√† e la gestione pubblica dei dati e l’ assenza di discriminazioni fra cittadini nel pieno rispetto della privacy”.

“Con la scelta del Governo dell’utilizzo dell’app ‘Immuni’ per tracciare i contatti dei contagiati da coronavirus, in modo da contenere gli effetti di un’eventuale seconda ondata, il tema della privacy –¬† dice Fiammetta Modena di Fi¬†– torna prepotentemente, perch√® riguarda da vicino il trattamento dei dati personali di tutti i cittadini italiani. Gi√† lo scorso primo aprile il sito dell’Inps, che doveva gestire le domande per il bonus partite IVA previsto dal decreto “Cura-Italia”, √® andato in crash, impedendo l’accesso alle persone.

In molti hanno anche segnalato che, dopo essere entrati con i propri username e password, potevano vedere le domande di altri utenti con le relative informazioni personali e riservate. Questa volta il governo ce la far√† a garantire il rispetto della privacy? Da chi verranno gestiti tutti i dati sensibili? Il Governo pensa anche a delle limitazioni alla circolazione per chi sceglier√† di non fare il download dell’app”.

“Urge un confronto serio in Parlamento sulla libert√† e tutela della privacy, non pu√≤ cadere sulle nostre teste per circolari e Dpcm una semplice ordinanza che il commissario per l’emergenza Covid Domenico Arcuri ha firmato qualche giorno fa”, conclude.

Per¬†il segretario della Lega Matteo Salvini , “Usare le nuove tecnologie per combattere il virus √® utile, ma con tutte le garanzie dovute ai cittadini italiani. Un commissario non pu√≤ certo derogare dai diritti costituzionali senza che sia il Parlamento, e quindi il Popolo, ad essere investito di decisioni cos√¨ delicate. Inoltre sulla “app Immuni” sono evidenti alcune gravi criticit√†, da molti sollevate, tra le quali: chi gestisce i dati raccolti, dove vengono conservati e per quanto e di chi √® la propriet√† dei dati? Garantire la protezione di diritti e dati privati degli italiani per la Lega √® fondamentale, la strada scelta dal governo √® pericolosa. La nostra libert√† non √® in vendita”.¬†

Sulla App ‘Immuni’, “√® stato gi√† firmato il contratto cos√¨ che possa accelerare nel pi√Ļ breve tempo possibile. L’app √® uno degli strumenti: in questa vicenda non c’√® una mossa salvifica”: sostiene¬†¬†il ministro della Salute Roberto Speranza¬†intervenendo alla trasmissione Circo Massimo su Radio Capital. “Oltre alla prima funzione essenziale di tracciare i contatti, la app potr√† essere molto utile per rafforzare la sanit√† digitale del nostro Paese – aggiunge – dobbiamo lavorare in questa direzione”.¬†

Il presidente del Veneto, Luca Zaia, auspica che l’applicazione dell’App per il tracciamento “sia unica a livello nazionale, per fare in modo di condividere una strategia”. Ma, aggiunge il governatore, “si sta tentando di capire se riusciamo a costruirne una a lievllo regionale”. Per Zaia l’app dovrebbe essere “obbligatoria per tutti coloro che hanno un telefonino, altrimenti non funziona per avere un controllo vero. I tecnici dicono che se non si raggiunge il 60% della popolazione non ci sar√† alcun effetto”. “Diamo la nostra disponibilit√† – conclude – di testarla nel Veneto”.


Redazione
Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.