logo TODAY 24 Gela
Gela, IT
27°
Clear

Mazzarino e il «rebus» sul dopo Marino. Arena, D’Asaro e Faraci nomi (quasi) certi


di Redazione

Mazzarino e il «rebus» sul dopo Marino. Arena, D’Asaro e Faraci nomi (quasi) certi
people
2 Apr 2024

Si profila una corsa a tre quella per il dopo Marino, sindaco uscente che tra due mesi concluderà il suo secondo mandato al comune. E tra le vie del barocco, all’ombra di Palazzo Alberti e del Castello, u’ Cannuni, i nomi che circolano sono quelli di Mimmo Faraci, Damiano Arena e dell’ex sindaco Vincenzo D’Asaro. Quest’ultimo gode dell’imprimatur di Fratelli d’Italia, partito al quale ha aderito ormai da lungo tempo dopo diversi lustri trascorsi sotto il tricolore di Forza Italia.

In realtà alle elezioni del 2009 si candidò con una lista civica di centro. Ci riprovò nel 2019 alla guida della coalizione Mazzarino Più Libera e Più Attiva, superando quota 1800 preferenze e adesso ci riprova. Nel mezzo, nel 2022 una candidatura alle regionali, con Armao Presidente e i simboli di Calenda e Renzi.

Si rivolge all’area più marcatamente civica il candidato in pectore Damiano Arena che sotto il claim «Mazzarino direzione 2050» è pronto a riunire i promotori di Mazzarino Lab, del quale è il principale frontman e a raccogliere consensi anche tra le forze politiche in campo. Ad Arena, ad esempio, guarda con fiducia l’istrionico leader di Sud Chiama Nord, Cateno De Luca, pronto a sostenere il progetto. Secondo Arena bisogna rimettere le persone al centro del villaggio e dare un forte segno di discontinuità con il passato.
Ufficiale anche la candidatura di Mimmo Faraci, architetto, promotore del movimento politico Uomo Libero in Rivolta, pronto a nuove battaglie. «Mi candido per un cambiamento che sia reale e non di facciata». Faraci, alle ultime elezioni al fianco del candidato Tanino Petralia, vanta una lunga militanza politica nell’area progressista, con amicizie personali con esponenti della Rete antimafia, tra i quali l’ex sindaco della Privamera di Palermo, Leoluca Orlando e la compianta attivista antimafia ed europarlamentare Rita Borsellino.

Più defilata, almeno a oggi, quando mancano 66 giorni all’apertura dei seggi, una candidatura propria da parte dell’area politica che fa riferimento al sindaco uscente, Vincenzo Marino. Nei mesi scorsi erano circolati insistenti rumors che ipotizzavano la possibile discesa in campo dell’attuale assessore Giuseppe Vincenti. A oggi non ci sono però conferme.

(Nella grafica in alto, da sinistra, Mimmo Faraci, Damiano Arena e Vincenzo D’Asaro)


Redazione
Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.