logo TODAY 24 Gela
Gela, IT
26°
Clear
Teppisti hanno agito di notte

Niscemi: «Gesto deprecabile in un momento difficile». Il dirigente condanna raid vandalico al «Da Vinci»


di Alberto Drago

Niscemi: «Gesto deprecabile in un momento difficile». Il dirigente condanna raid vandalico al «Da Vinci»
16 Mar 2020

Non si può certo parlare di semplici teppistici di fronte al gesto sconsiderato contro una delle istituzioni principali di una società civile: la scuola. «Esecrabile e vile il tentativo di creare danni a una struttura a servizio dell’intera comunità e in un momento di difficoltà dell’intero paese che invece richiede forte senso di unità». Sono le parole di Salvatore Parenti, dirigente dell’Istituto d’istruzione  superiore “Leonardo da Vinci” sul raid vandalico che lunedì pomeriggio è stato compiuto ai danni della scuola superiore della città. I vandali hanno forzato con un grimaldello la porta di emergenza del piano terra dell’Istituto e tentato di aprire al primo piano uno degli idranti dell’impianto antincendio per allagare la scuola. Fortunatamente l’impianto idrico antincendio si trovava disattivato per l’esecuzione di alcuni interventi di manutenzione, per cui dall’idrante non è uscita acqua. Un raid vandalico da condannare anche perché eseguito in un momento di sospensione delle attività didattiche nell’Istituto per l’attuazione delle misure di emergenza e contenimento della diffusione del Coronavirus. Sull’atto vandalico indagano gli agenti del Commissariato di Niscemi diretto dal vicequestore aggiunto Alessandro D’Arrigo. Per tutto il periodo della sospensione delle attività didattiche, sono stati disposti controlli  di polizia nell’istituto, sia nelle ore pomeridiane che notturne, mentre il dirigente scolastico si sta già adoperando per ricercare risorse finanziarie necessarie per l’installazione di un sistema di videosorveglianza, sia nell’area interna che esterna della scuola. Considerato che la gran parte delle risorse scolastiche disponibili, sono state impegnate per la messa in sicurezza dei locali scolastici, per il ripristino della palestra e per rendere efficienti gli impianti idrici e di riscaldamento, il prof. Salvatore Parenti fa appello alle tante associazioni ed Enti per ricevere un contributo utile a sostenere la spesa per l’installazione del sistema di videosorveglianza. La scuola ha  attivato tutte le risorse strumentali informatiche e digitali per consentire ai docenti la didattica a distanza. Un modo per garantire ugualmente il processo formativo ai 1.100 studenti dell’istituto nell’attuale periodo di sospensione della frequenza scolastica.


Alberto Drago
Giornalista pubblicista, niscemese doc, ha lavorato in varie redazioni locali e regionali, contribuendo negli anni Novanta alla nascita di Antenna Sud. Impegnato nel volontariato con l’associazione nazionale Carabinieri. Collabora con il quotidiano La Sicilia. Ha fondato e diretto il periodico “L’Appunto”.