logo TODAY 24 Gela
Gela
14°
Rain Shower / Wind
CASSAZIONE | Hashish

Niscemi: odissea dopo l’arresto, condannato e poi assolto. Ma ha già scontato 4 anni di carcere


di Alberto Drago

Niscemi: odissea dopo l’arresto, condannato e poi assolto. Ma ha già scontato 4 anni di carcere
cronaca
12 Ott 2022

Un marittimo di 38 anni. Salvatore Cantaro, è stato assolto dall’accusa di traffico internazionale di sostanze stupefacenti. Era stato arrestato cinque anni fa nell’ambito di una maxi operazione condotta dalla Guardia di Finanza, nome in codice «Libeccio International». Cantaro, trovandosi a bordo di un peschereccio oceanico battente bandiera dei Paesi Bassi, era stato arrestato unitamente ad altri otto componenti dell’equipaggio e al capitano dell’imbarcazione, questi ultimi tutti di nazionalità straniera.
Condannato in primo grado e in appello alla pena di 4 anni di reclusione in carcere, ora è stato assolto dall’accusa di traffico internazionale di sostanze stupefacenti con la formula piena e perché “il fatto non sussiste”.
La Guardia di finanza del Gruppo aeronavale di Messina e del Nucleo di Polizia economico-finanziaria di Palermo, con la collaborazione del Servizio centrale investigazione criminalità organizzata, aveva rinvenuto 10 tonnellate di hashish nascoste a bordo dell’imbarcazione «Quest».
Un’operazione coordinata dalla direzione centrale dei servizi Antidroga del ministero dell’Interno che aveva portato all’arresto in flagranza tutti i componenti dell’equipaggio, fra i quali Salvatore Cantaro, l’unico di nazionalità italiana.
Nel processo penale di primo grado celebrato con il rito abbreviato davanti al tribunale di Catania, Cantaro, difeso dall’avvocato Eleonora Giusti, era stato condannato alla pena di 4 anni di carcere.
Pena detentiva che era stata confermata anche nel processo d’Appello. Il legale dell’imputato ha presentato ricorso in Cassazione per impugnare la sentenza emessa dalla Corte d’appello di Catania nei confronti del suo assistito.
Ricorso accolto dalla Cassazione che ha “cassato” il procedimento disponendo il rinvio alla seconda sezione della Corte d’appello di Catania. Quest’ultima ha emesso nei confronti di Cantaro assoluzione con la formula piena dall’accusa di associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti “perché il fatto non sussiste”.
Salvatore Cantaro ha già scontato 4 anni di reclusione nelle carceri di Catania, Caltagirone ed Agrigento.

Adesso si accinge a presentare una richiesta di risarcimento allo Stato per l’ingiusta detenzione subita.


Alberto Drago
Giornalista pubblicista, niscemese doc, ha lavorato in varie redazioni locali e regionali, contribuendo negli anni Novanta alla nascita di Antenna Sud. Impegnato nel volontariato con l’associazione nazionale Carabinieri. Collabora con il quotidiano La Sicilia. Ha fondato e diretto il periodico “L’Appunto”.