logo TODAY 24 Gela
Gela, IT
16°
Mostly Cloudy
ISTRUZIONE | Secondo circolo

Niscemi: pc a trenta alunni che non ce l’avevano. La scuola abbatte vecchi steccati e favorisce la didattica per tutti


di Alberto Drago

Niscemi: pc a trenta alunni che non ce l’avevano. La scuola abbatte vecchi steccati e favorisce la didattica per tutti
attualità
19 Apr 2020

Continua con successo la didattica a distanza messa a punto dalle scuole di ogni ordine e grado della città con l’uso dei computer che attraverso Skype, Meet, Argo o altre piattaforme per videoconferenze di gruppo,   consentono agli alunni di collegarsi giornalmente on-line con i docenti e di seguire le lezioni delle varie discipline scolastiche in streaming. E questo perché i vari Istituti sono al momento chiusi alla frequenza scolastica in applicazione delle norme di distanziamento sociale e contenimento della diffusione del Covid-19. Didattica a distanza e diritto allo studio che il 2° Circolo didattico, diretto dal professor Franco Ferrara continua a garantire anche agli alunni di famiglie bisognose, poiché non sono in possesso di personal computer nelle loro abitazioni. 

Il 2° Circolo didattico infatti, per l’attuazione della didattica a distanza, ha consegnato più di 30 computer portatili di proprietà della scuola agli alunni di famiglie indigenti che ne avevano fatto richiesta, affinché potessero seguire ogni giorno in diretta streaming le lezioni e di visionare i pagellini nel registro elettronico della scuola.

“Si tratta di computer portatili in uso nelle classi e nei laboratori informatici dei plessi “Mario Gori” e “don Milani” del 2° Circolo didattico” afferma il prof. Franco Ferrara,” che abbiamo concesso ben volentieri in comodato d’uso gratuito agli alunni di famiglie bisognose, affinché nessuno di loro potesse rimanere indietro rispetto ai compagni di classe nei processi di apprendimento scolastico con la didattica a distanza.

Agli alunni”, aggiunge il prof. Franco Ferrara,”la scuola garantisce pure con propri fondi  i Giga che sono necessari per i collegamenti giornalieri in internet e per praticare la didattica a distanza.

Il diritto allo studio e la didattica a distanza vengono così garantiti a tutti gli alunni”.


Alberto Drago
Giornalista pubblicista, niscemese doc, ha lavorato in varie redazioni locali e regionali, contribuendo negli anni Novanta alla nascita di Antenna Sud. Impegnato nel volontariato con l’associazione nazionale Carabinieri. Collabora con il quotidiano La Sicilia. Ha fondato e diretto il periodico “L’Appunto”.