logo TODAY 24 Gela
Gela, IT
11°
Partly Cloudy

Parrucchieri chiusi e zazzere fuori controllo. Fanno affari d’oro solo gli abusivi a domicilio


di Redazione

Parrucchieri chiusi e zazzere fuori controllo. Fanno affari d’oro solo gli abusivi a domicilio
le ultime
22 Apr 2020

Quando potremo tornare farci radere le guance dal nostro barbiere? Sistemare quell’odiosa ricrescita o dare qualche colpo di sole (per le signore)? La risposta è dal 4 maggio in poi, forse. Ma se da una parte c’è chi rispetta le leggi. Dall’altra ci sono i furbetti del servizio a domicilio. Un tema all’interno dell’argomento più generale: la ripartenza. «Mentre le attività riguardanti le sale da barba – dice Mario Caputo – parrucchieri, centri estetici e di bellezza ad oggi rimangono chiusi per il presunto timore di diffusione da contagio, con gravissimi danni per l’importante e ramificata categoria artigianale e professionale, si è registrata l’impennata di attività a domicilio o in garage di fortuna, totalmente illegali e abusive, oltre che pericolose per la salute in quanto vengono svolte in condizioni di antigieniche e con l’uso di prodotti privi di ogni forma di controllo sulla provenienza e la salubrità». Il parlamentare di Forza Italia ha presentato una mozione d’ordine firmata dall’intero gruppo all’Ars affinché il Governo si impegni ad autorizzare l’apertura dei centri estetici e di bellezza. 


«È paradossale – dice – che i nostri artigiani siano impossibilitati a svolgere le loro attività mentre si diffonde il fenomeno dell’abusivismo. Credo che le condizioni generali in cui per fortuna versa la Sicilia dal punto di vista della diffusione del Covid-19 possano consentire, con l’adozione delle dovute cautele di distanziamento e con il controllo delle presenze, anche la riapertura di queste attività. Per altro ii rappresentanti delle categorie interessate, hanno rivolto un pubblico appello, con documenti e relazioni al Governo regionale affinché valuti la riapertura dei centri estetici e di bellezza. Vi e’ una consistente forza lavoro, per non parlare dell’indotto, che sta subendo danni economici e occupazionali da un divieto che oggi può ben essere rivisto». 

Sull’argomento il deputato di Forza Italia ha interessato la Commissione Parlamentare Attività Produttive – di cui è componente – affinchè valuti un’audizione con rappresentanti delle categorie produttive interessate, in vista del voto della Finanziaria.


Redazione
Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.