logo TODAY 24 Gela
COMUNE | Documento

Riesi: scorie nucleari, anche il consiglio comunale dice no al deposito. L’area figura tra 67 potenziali siti nel Paese


di Delfina Butera

Riesi: scorie nucleari, anche il consiglio comunale dice no al deposito. L’area figura tra 67 potenziali siti nel Paese
politica
14 Gen 2021

Anche il Consiglio Comunale dice “no” alla eventuale realizzazione di un deposito di scorie nucleari nell’area CL – 18, zona ricadente nel territorio di Butera ma a pochi chilometri dal centro abitato di Riesi, inserita tra quelle potenzialmente idonee a ospitare il sito. Lunedì sera il Consiglio, presieduto dal presidente Salvatore Sardella, ha condiviso e approvato il documento del Comitato dei 22 sindaci contro l’ipotizzata creazione del sito di stoccaggio di rifiuti radioattivi e per dichiarare la Regione Sicilia area denuclearizzata. “Il documento approvato dal Consiglio – dice il presidente Salvatore Sardella – verrà inviato al presidente della Regione, al presidente dell’Ars, ai deputati rappresentanti del territorio e per conoscenza al Prefetto. Nei prossimi giorni altri Consigli Comunali dell’ex provincia di Caltanissetta condivideranno il documento del Comitato dei sindaci”. Il gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle aveva proposto una risoluzione da condividere con il Consiglio ma l’atto non è stato messo ai voti dal presidente che ha ritenuto il documento dei sindaci rappresentativo per tutte le forze politiche. Diversamente il M5S reputava più appropriato condividere un proprio atto del Consiglio. “Siamo rammaricati – afferma il capogruppo del M5S Giuseppe Ferro – che la risoluzione non sia stata messa ai voti e sia prevalsa la volontà di politicizzare anche questo argomento da parte della maggioranza, un modus operandi a cui siamo tristemente abituati. Dal nostro canto, non abbiamo voluto fare polemica sterile. Ciò che conta è che il Consiglio abbia preso posizione su un argomento così importante, così come volevamo. Era doveroso che anche il Consiglio Comunale si esprimesse sull’argomento e per questo motivo abbiamo voluto presentare una risoluzione che, manifestasse nettamente la contrarietà all’individuazione dell’area CL-18 quale potenzialmente idonea ad ospitare il deposito nazionale dei rifiuti radioattivi ed il parco tecnologico. Tutto questo non per un miope rifiuto aprioristico ma perché nell’area individuata e nei territori limitrofi ricadano terreni di produzione di innumerevoli colture a cui sono state riconosciute certificazioni DOC, DOP ed è prossimo il riconoscimento anche della IGP. Su questo territorio insistono aziende che rappresentano gran parte della struttura economica e sociale del nostro comprensorio. Un eventuale sito di stoccaggio di rifiuti nucleari comporterebbe un duro colpo alla già fragile economia del territorio. Senza dimenticare che la nostra provincia è già interessata da problematiche ambientali gravi e dalle relative conseguenze in termini di salute dei suoi abitanti. Forse, mai come oggi siamo chiamati ad assumere il ruolo chiave di rappresentanti del nostro territorio”. In Consiglio, nell’area riservata al pubblico, era presente la deputata regionale del M5S Ketty Damante. In aula è intervenuto anche il sindaco Salvatore Chiantia che ha informato il Consiglio sul recente incontro dei sindaci e annunciato la nomina degli assessori Maria Elena Fonte e Gaetano Ievolella presenti in Consiglio. I due nuovi amministratori, attualmente anche consiglieri comunali, hanno prestato giuramento lunedì pomeriggio nella sala giunta. L’assessora Maria Elena Fonte si occuperà di Tributi, Agricoltura e Trasparenza mentre l’assessore Gaetano Ievolella sarà titolare delle deleghe Ambiente e Urbanistica.


Delfina Butera
Giornalista pubblicista, appassionata e grande lettrice di autori contemporanei, collabora con il quotidiano La Sicilia di Catania. Nel 2007 ha curato l’ufficio stampa dell’assessorato provinciale alla Solidarietà. Ha coordinato un corso di formazione sui temi del giornalismo al Liceo «Vassallo» di Riesi.