logo TODAY 24 Gela
COMUNE | Settori

Riesi: sei aree funzionali e servizi più capillari, la giunta ridisegna la struttura organizzativa del municipio


di Delfina Butera

Riesi: sei aree funzionali e servizi più capillari, la giunta ridisegna la struttura organizzativa del municipio
politica
29 Gen 2021

Aumenteranno gli assessori e anche i settori della macchina organizzativa dell’ente e i responsabili comunali. L’esecutivo, presieduto dal sindaco Salvatore Chiantia, ha approvato un nuovo assetto organizzativo dell’ente. Salgono a 6 le aree funzionali con titolari di posizioni organizzative rispetto alle 5 aree della precedente struttura operativa dell’ente. Previste le aree: Servizi Amministrativi, Lavori Pubblici e Ambientali, Servizi Urbanistici ed Attività Produttive, Servizi Finanziari, Servizi di Polizia Municipale, Servizi Produttivi e Tributari. Nella deliberazione di giunta si dispone pertanto di assegnare le funzioni e i servizi ai responsabili titolari di posizioni organizzativa con successiva determinazione sindacale.

«In sostanza – dice il sindaco Salvatore Chiantia – l’area tecnica è stata suddivisa in 2 settori che opereranno meglio per raggiungere gli obiettivi che quest’Amministrazione si è prefissata. Diversi sono i decreti di finanziamenti ottenuti dal Comune e pertanto riteniamo più opportuno avere 2 responsabili per avviare e definire l’iter necessario per poter realizzare le varie opere e per recepire altri finanziamenti nei tempi a volte ristretti previsti dai relativi bandi. Il nostro scopo principale tramite questo nuovo assetto organizzativo è proprio quello di non perdere finanziamenti utili alla collettività e di migliorare così i servizi. Non si può risparmiare su una minima indennità per rischiare di perdere finanziamenti di milioni di euro. Siamo già pronti infatti a presentare altri progetti».

Di diversa opinione il Movimento Cinque Stelle.

«L’amministrazione – afferma il portavoce, Marco Ministeri – continua a occuparsi di questioni relative al palazzo, trascurando ogni valutazione sull’opportunità legata allo stato di dissesto in cui è drammaticamente incastrato l’ente. Oggi aumentano settori, posizioni organizzative e costi; ma risulta impossibile dimenticare la creazione dell’ufficio di staff o le recenti operazioni di sostituzione ad orologeria di assessori con la possibile aggiunta di un’ulteriore poltrona in Giunta. Tempo, energie e risorse che l’amministrazione, anche in piena pandemia, preferisce dedicare agli equilibri politici ed istituzionali, mentre i nostri concittadini, pur pagando i tributi nella misura massima consentita dalla legge, sono costretti a vivere in un paese drammaticamente abbandonato ad un’incuria desolante: basta fare un giro per le vie del paese per rendersi conto dello stato disastroso del manto stradale e della carenza di illuminazione».


Delfina Butera
Giornalista pubblicista, appassionata e grande lettrice di autori contemporanei, collabora con il quotidiano La Sicilia di Catania. Nel 2007 ha curato l’ufficio stampa dell’assessorato provinciale alla Solidarietà. Ha coordinato un corso di formazione sui temi del giornalismo al Liceo «Vassallo» di Riesi.