logo TODAY 24 Gela
Gela, IT
11°
Partly Cloudy
CORONAVIRUS | Quarantena

Ginnastica, libri e applicazione. Cinque consigli per gestire il tempo quando si è costretti a rimanere a casa


di Emanuele Lo Blundo

Ginnastica, libri e applicazione. Cinque consigli per gestire il tempo quando si è costretti a rimanere a casa
attualità
14 Apr 2020

Visto il protrarsi della quarantena, ecco alcuni consigli su come utilizzare al meglio il tempo. Certo è parecchio snervante rimanere in casa per tutto questo tempo, ma sono sicuro che tra una serie Netflix e una videochiamata ci sia parecchio tempo da poter utilizzare per se stessi.

  • Mantieni una routine: il rischio di dover stare tutto il giorno in casa è quello di permetterci facilmente di andare a letto molto tardi e svegliarsi il pomeriggio del giorno dopo. Purtroppo la nostra mente è facilmente influenzabile da questi cambiamenti, rendendoci nervosi, irritabili, paradossalmente perennemente stanchi. Per evitare queste spiacevoli sensazioni, sforzatevi di avere orari “normali”, svegliatevi sempre alla stessa ora la mattina, non troppo tardi, e andate a letto prima di mezzanotte: la vostra mente rimarrà più serena, lucida e sarete meno soggetti a sbalzi di umore. La quarantena è già molto pesante da vivere, non rendetevi la vita ancora più difficile.
  • Fai ginnastica: è difficile avere una scusa valida per muoversi in giro per casa, vero? Il problema è che con questo riposo forzato anche il corpo comincerà a risentirne, i nostri muscoli, le nostre ossa, perfino il nostro metabolismo: non è difficile vedere come, in una situazione così pesante da vivere, molti si siano dati ai fornelli, sappiate che è normale: il nostro cervello, mancando lo stimolo piacevole delle nostre azioni abituali (uscire con gli amici, vedere il\la proprio\a compagno\a, andare in bici, ecc) cercherà subito di sostituirlo con un altro altrettanto valido, e cosa c’è di meglio che stimolare l’appetito? Purtroppo per la nostra forma fisica, rimanere fermi tutto il tempo e mangiare leccornie non vanno molto d’accordo.
    Dedicate almeno tre giorni, durante la settimana, a fare dei piccoli allenamenti: riscaldamento, esercizi a corpo libero, addominali, stretching, sono cose che si possono fare senza molta attrezzatura. Va bene concentrarsi sugli esercizi basilari come piegamenti sulle braccia, squat, affondi, trazioni su una sbarra. Non esagerate, iniziate piano. Vedrete che comincerete a sentirvi meglio.
  • Leggi: le serie su Netflix, le notizie al telegiornale, gli amici al telefono su Whatsapp, le notizie veloci che corrono su Facebook… Staccare un attimo dalla realtà e far riposare la nostra concentrazione è molto utile, e cosa c’è di più efficace se non un libro? In generale in Italia si legge davvero poco, nel 2018 la quota di lettori di tutto il territorio italiano è stata del 40%. Gli studenti della scuola dell’obbligo sono molto più abituati alla lettura extrascolastica rispetto agli adulti, quindi non è un invito principalmente rivolto a loro.
    Perché non iniziare da un bel romanzo? Magari da quel libro che osserviamo sempre conservato nella libreria. E se non ne abbiamo uno di particolare interesse possiamo sempre comprarne uno in formato digitale (in questo periodo sono l’ideale): tra le migliaia di ebook che ci rende disponibile Amazon con l’abbonamento Prime, o i negozi digitali di Google, Feltrinelli, IBS, abbiamo l’imbarazzo della scelta e molto spesso questi titoli hanno un costo sensibilmente più basso della loro versione cartacea.
  • Coltiva i tuoi hobby: la vita frenetica spesso non ci concede moltissimo tempo per le nostre passioni, che rimangono ferme per lunghi periodi. Perché non approfittarne adesso per riprenderle? C’è chi si butta sulla cucina certo, ma chi ha sempre amato disegnare? Suonare? C’è sicuramente un vecchio pianoforte in salotto che ci aspetta e una chitarra in camera non più accordata che chiede solo un po’ di dignità.
    Sono piccole cose che nella quotidianità sacrifichiamo ma che fanno inevitabilmente parte di noi, questo è il periodo giusto per riprenderle in mano.
  • Migliora le tue abilità: perché non dedicarsi nel migliorare le proprie abilità e competenze, spendibili poi nel mondo del lavoro? Dopo la quarantena ci servirà lavorare tantissimo, probabilmente saremo investiti da una crisi globale e ci toccherà tutti rimboccarci le maniche. Ma come fare da casa?
    Esistono tantissimi corsi on-line messi a disposizioni da tante aziende tecnologiche, per esempio Google, che offre, oltre a tantissimi corsi utilissimi nel mondo digitale di oggi e di crescita personale, anche un piccolo corso certificato di marketing digitale. Se abbiamo invece altre passioni o vogliamo imparare nuove abilità o approfondire strumenti che già utilizziamo nel nostro lavoro, perché non rivolgerci a piattaforme di e-learning come l’italianissima Docety, dove è possibile seguire lezioni online con i vari tutor, o seguire seminari dal vivo, interagendo agevolmente con l’insegnante, oppure la più conosciuta Udemy, fornitissima soprattutto con materiale in italiano e soprattutto in inglese. Entrambe le piattaforme, visto il momento particolare, stanno offrendo diversi corsi totalmente gratuiti o con prezzi veramente ribassati.
    I più piccoli stanno seguendo le lezioni via internet organizzate dalle scuole, perché anche i più grandi non possono approfittarne e seguire dei corsi che li aiuteranno poi a trovare o migliorare la propria condizione lavorativa?

Spero che questi consigli vi possano essere utili. È molto difficile vivere serenamente questa quarantena, ma vi auguro di poter prendere quel poco di buono che ha da offrire questa situazione e farne tesoro per i momenti migliori.


Emanuele Lo Blundo
Appassionato da sempre di informatica, fisica, scienza e tecnologia, non disdegna i nuovi mezzi e produzioni della cultura pop. Sul suo comodino non può mancare un classico, un saggio o un romanzo fantasy.